Simona Capecchi

FISIOTERAPISTA

Home » Chi siamo » Simona Capecchi

Chi sono?

Simona Capecchi. Sono fisioterapista e lavoro per Nervenia dal 2015.

Qual é il mio lavoro in Nervenia?

Quotidianamente valuto e tratto pazienti con molteplici patologie. Ho la fortuna di collaborare e confrontarmi con medici e specialisti, dall’osteopata ai terapisti, con l’unico obiettivo di migliorare la condizione di salute delle persone.

Il momento più sfidante in Nervenia?

In Nervenia, ho diretto contatto con i pazienti, che ripongono nelle mie mani la loro salute. Nutro profondo rispetto per loro. Si tratta di persone spesso esauste a causa di dolori cronici che condizionano la loro vita. Sempre più frequentemente ho a che fare con sentimenti di rassegnazione, per delusioni da passati trattamenti inefficaci. Conquistare la loro fiducia e trovare la strada per il loro benessere è la mia sfida quotidiana.

Un esempio concreto riguarda una paziente affetta da fibromialgia. È arrivata a Nervenia ormai quasi senza speranze: da ben 6 mesi era a casa dal lavoro per via di dolori insopportabili. Quello che abbiamo affrontato insieme è stato un percorso lungo, faticoso e senza dubbio una delle più grandi sfide da quando lavoro in Nervenia. E infine, vederla sorridere e sentirle dire che ha ripreso l’attività lavorativa e fa lunghe passeggiate ogni giorno è stata una delle più grandi soddisfazioni della mia vita professionale.

Cosa ho imparato grazie a Nervenia?

Nervenia mi ha cresciuta tanto dal punto di vista professionale e umano. Mi ha aperto gli occhi sul ruolo fondamentale della neurofisiologia in campo fisioterapico. Ha rivoluzionato la mia metodologia di trattamento. Lavorare per Nervenia è stimolante, in quanto si impara ad approcciare qualsiasi disfunzione del corpo umano tramite la neuromodulazione. E mi meraviglio continuamente per i risultati che consente di ottenere. Ogni paziente è un caso a sé, vive dolori differenti e ha un suo peculiare sistema di gestione del dolore. Questo ha rafforzato la mia convinzione che ogni persona ha bisogno di un trattamento fisioterapico e umano altamente personalizzato.

Cosa insegno a chi lavora con me?

La comunicazione tra colleghi è di fondamentale importanza per la reciproca crescita professionale e personale. La forte comunicazione tra di noi mi ha sempre permesso di raggiungere il benessere dei pazienti nel miglior modo e nei più brevi tempi possibili.

Il mio scambio si è svolto in particolare con Lucia: a lei ho insegnato delle accortezze specifiche per i casi di sindromi neurogene, e lei a sua volta mi ha arricchita moltissimo, condividendo le sue esperienze quotidiane sui pazienti. Ho avuto la possibilità di confrontarmi con medici di varie specializzazioni, che non erano a conoscenza di questa metodologia, evidenziandone indicazioni ed effetti terapeutici.