Cervicalgia e i problemi alla cervicale

Home » Trattamenti » Cervicale

La cervicalgia è un dolore molto comune che colpisce il collo, soprattutto nella sua parte posteriore anche se non mancano irradiazione anteriori. I problemi alla cervicale sono particolarmente diffusi in occidente, dove due terzi della popolazione ne ha sofferto almeno una vola nella vita. La problematica è in vertiginoso aumento. Questo è dovuto sia all’aumento delle professioni a tavolino che all’aumento dei ritmi della vita in generale con conseguente incremento di stress fisico ed emotivo che gioca un ruolo fondamentale nella tensione a livello del dorso, delle spalle e del collo con conseguente possibilità di sviluppare la cervicalgia, detta anche comunemente cervicale.

Cause

Le cause del dolore cervicale possono provenire da diversi fattori, quali:
  • eventi post traumatici come i c.d. colpi di frusta;
  • artrosi degenerativa e osteoartrite delle vertebre cervicali (spondilosi);
  • degenerazione di uno o più dischi intervertebrali, ernia del disco e protrusioni;
  • posizioni e posture errate;
  • colpi di freddo;
  • sovraccarichi eccessivi e ripetuti dei muscoli cervicali;
  • sedentarietà e inattività fisica oppure l’eccesso di particolari attività fisiche;
  • stress in quanto le posizioni assunte durante i momenti stressanti sono rigide e contratte e si ha l’abitudine corporea di scaricare le tensioni soprattutto nella zona cervicale e delle spalle;
  • cattivo riposo dovuto all’utilizzo di materassi e cuscini inadatti;
  • problemi ai nervi.

È proprio su quest’ultimo punto che Nervenia si concentra per la cura del problema. Lo staff di Nervenia, nella diagnosi, comprende anche i disturbi originati dai nervi, oltre alle cause che tutti conoscono. I nervi sono una catena di trasmissione dei segnali, anche di quelli dolorosi.

Ecco perché quando sono affetti da un problema chiamato meccanosensitività diventano causa di dolore in punti anche lontani dall’origine del problema. Accade così che possiamo avere una cervicalgia per colpa dell’irritazione di un nervo lontano dalla sede del dolore, come ad esempio a seguito di una compressione del nervo mediano in un tunnel carpale silente, o che l’irritazione del nervo sciatico per un problema alla gamba faccia comparire un mal di schiena.

Questo aspetto, è per noi essenziale per combattere il problema alla radice e per non agire solo sul sintomo.

Sintomi

Il dolore cervicale è localizzato alla parte posteriore del collo e può coinvolgere la zona delle spalle, da una parte o bilateralmente e irradiarsi agli arti superiori e al resto della schiena, spesso fino a sotto le scapole. Talvolta il dolore è continuo, altre volte compare solo facendo alcuni movimenti o tenendo alcune posizioni.

I principali sintomi possono essere i seguenti:

  • forte dolore nella zona cervicale;
  • vertigine, sbandamento e disturbi dell’equilibrio;
  • mal di testa,
  • limitata mobilità cervicale;
  • difficoltà a riposare dovuta a dolori cervicali;
  • dolore alle spalle o alle scapole;
  • camminata instabile;
  • problemi all’udito come il tinnito, l’acufene e la perdita dell’udito;
  • nausea.

Le cervicalgia non ha sintomi differenti rispetto alle patologie più comuni della cervicale; è possibile riscontrarla a seguito di una valutazione Nervenia oppure costatando l’assenza di risoluzione con i normali trattamenti fisioterapici e farmacologici. 

Cure e rimedi

Il dolore al collo nella cervicalgia è trattato con numerose terapie fisiche. Esse variano in complessità dipendendo dalla gravità e dalle cause principali del dolore. Il trattamento è praticato con la fisioterapia , la terapia manuale e con la farmacologia. Il dolore può anche essere alleviato da molte tecniche di ginnastica, di elasticizzazione e di rilassamento. La prevenzione e la cura possono essere coadiuvate da trattamenti posturali e tutte queste tecniche posso essere effettuate con anche macchinari e presidi medico chirurgici appositi.

Ma, se il problema cervicale è caratterizzato da una cervicalgia neurogena, l’approccio deve essere quello di Nervenia, ossia si tratta di intervenire in maniera assolutamente non invasiva sulla causa del problema e non sul sintomo. Il primo passo consiste nell’effettuare esami clinici della meccanosensitività nervosa per individuare il nervo sofferente. In questo modo si agisce sull’origine del disturbo, per eliminarlo o per ridurne gli effetti in termini di dolore. Determinata la zona di intervento, l’irritazione del nervo viene trattata attraverso la neuromodulazione e la stimolazione profonda dei nervi (DNS – Deep Nerve Stimulation), uno strumento che utilizza una particolare corrente specifica per il tessuto nervoso. Il protocollo prevede anche il trattamento dei tessuti infiammati o dolenti che circondano il nervo.