Nervo sciatico

Home » Trattamenti » Nervo sciatico

Possiamo parlare di sciatica, o sciatalgia, quando avvertiamo dolori formicolii e, in casi gravi, paresi muscolare nella parte posteriore del gluteo, della coscia e della gamba fino al piede.

A volte è associato a dolore lombare, generando una lombosciatalgia. Di solito il problema è monolaterale, ma esistono anche quadri bilaterali di sciatica.

Le statistiche rivelano la sciatica è più frequente negli uomini tra i 40 e i 50 anni di età.

Contrariamente a quanto si pensa, il termine sciatica non definisce una vera e propria diagnosi ma un insieme di sintomi. Questa precisazione è importante perché il trattamento può essere diverso in funzione dalla causa dei sintomi. Ad esempio, in alcuni casi il dolore può peggiorare in posizione eretta, da seduti oppure camminando; se è un problema del disco il dolore scompare da sdraiati. Spesso la tosse, lo starnuto o lo spingere in bagno aumentano i sintomi.

Analizzare quali movimenti o posizioni aumentano o alleviano i sintomi è un passo fondamentale per individuare l’origine del disturbo e in Nervenia poniamo estrema attenzione al momento valutativo per non curare solo i sintomi, ma anche  e soprattutto le causa della sciatalgia.

Sintomi

I sintomi della sciatica più comuni sono:

  • dolore alla schiena che s’irradia alla gamba passando,
  • formicolio e intorpidimento nella gamba e nel piede,
  • debolezza dei muscoli del polpaccio e del piede.

Cause

La sciatica è causata dalla compressione o irritazione del nervo sciatico o di una radice spinale lombare.

Una delle cause della sciatica è l’ernia del disco che preme sul nervo. Il disco vertebrale è composto da una serie di anelli concentrici che contengono un nucleo gelatinoso, detto nucleo polposo. I dischi separano le vertebre e, dunque, permettono l’esistenza di uno spazio, il forame intervertebrale, che consente alle radici nervose di uscire dal canale vertebrale e formare il nervo sciatico che si dirige verso l’arto inferiore. I dischi sono degli ammortizzatori per la colonna vertebrale, ma sono anche considerati dei punti deboli in quanto soffrono per la pressione dei movimenti quotidiani. La compressione del nervo sciatico da un disco erniato si verifica quando il centro liquido del disco protrude esternamente e provoca una reazione infiammatoria sulla radice del nervo, causando così la sciatalgia.

La sciatalgia può anche manifestarsi durante la gravidanza avanzata, primariamente come risultato della compressione esercitata dall’utero sul nervo sciatico, e secondariamente, per la tensione muscolare o la compressione vertebrale conseguente al dover costantemente sopportare il peso extra costituito dal feto, oltre alla postura propria della gravidanza avanzata.

È possibile anche avere delle compressioni di sezioni periferiche del nervo sciatico, di solito per tensioni tessutali esercitate dai muscoli del bacino o della coscia. Una possibile causa di questo è la cosiddetta sindrome del Piriforme. In questa condizione, il muscolo piriforme, che si trova sotto i muscoli glutei si contrae e comprime il nervo sciatico che attraversa il muscolo.

Un’altra causa di sintomi sciatici è disfunzione dell’articolazione sacro-iliaca, spesso valutata in sede di terapia manuale.

Abitudini posturali malsane, la postura seduta prolungata e lo scarso esercizio fisico possono condurre a problemi sia vertebrali che dei tessuti che spesso si associano alla sciatica.

Un’altra causa può essere l’attivazione dei punti grilletto (trigger points) che si avvertono si quando i muscoli vanno incontro a ischemia, basso afflusso di sangue, per lesioni, stiramenti o per contrazione muscolare cronica.

Anche la stenosi del canale vertebrale, condizione nella quale il canale vertebrale si restringe e comprime il midollo spinale o le radici della cauda equina, il complesso di nervi che scorrono all’interno del canale vertebrale, può essere una causa della sciatica. La strozzatura del canale vertebrale può far diminuire lo spazio disponibile per il nervo sciatico e impedirgli di uscire correttamente, stringendolo e irritandolo.

Diagnosi

Normalmente, la diagnosi di sciatica è clinica attraverso il racconto del paziente e attraverso test fisici.

Il segno di Lasègue, o il sollevamento della gamba dritta (Straight Leg Raise), può essere usato per la diagnosi ed è solitamente positivo nell’ernia del disco lombare e negli intrappolamenti del nervo sciatico, dove questo movimento provoca dolore.

Esami come la tomografia computerizzata (TAC) o la risonanza magnetica (RMN), possono aiutare nella diagnosi di ernia discale lombare. Difficilmente, invece, saranno positive in caso di pizzicamento o intrappolametno nervoso di altra origine. Pertanto la negatività di questi esami non esclude l’interessamento del nervo sciatico.

L’elettromiografia mostra tipicamente segni di sofferenza neurogena cronica o acuta nei muscoli interessati dal nervo sciatico e dalle sue derivazioni.

Cure e rimedi

Scoprire la causa è fondamentale per impostare il trattamento specifico. Partiamo dalla diagnosi e dalle indicazioni del medico e ci occupiamo di indagare l’intero decorso del nervo sciatico per scoprire in quali punti si nasconde l’irritazione.

Spesso le compressioni che causano la sciatica sono multiple e vanno scoperte e trattate tutte, per avere un trattamento veramente efficace. Noi di Nervenia siamo specializzati in questo tipo di approccio.

La mobilità del nervo sciatico viene ripristinata attraverso un tipo particolare di mobilizzazione passiva denominata neurodinamica. L’irritazione del nervo sciatico viene invece trattata attraverso la neuromodulazione e la stimolazione profonda dei nervi (DNS – Deep Nerve Stimulation) che utilizza un tipo particolare di corrente specifica per il tessuto nervoso.

La terapia è non invasiva a indolore. Il protocollo, prevede anche il trattamento dei tessuti infiammati o dolenti che circondano il nervo sciatico.

Un’importante applicazione di questo trattamento si ha nella fase post-chirurgica, dove è fondamentale prevenire la formazione di aderenze che potrebbero imprigionare il nervo sciatico. creando ulteriori disturbi e ricadute.